Charles Baudelaire: I paradisi artificiali, tra arte e sostanze che espandono la mente

Uno dei testi più controversi e studiati di Baudelaire: ‘I paradisi artificiali’ è un saggio sugli effetti delle droghe, una dettagliata descrizione delle conseguenze derivate dall’assunzione di sostanze stupefacenti come l’oppio e l’hashish, o alcooliche come il vino. E’ interessante che il poeta francese porti il piano narrativo a trasformarsi in una sorta di progressiva… Leggi tutto

Rudyard Kipling: Capitani coraggiosi, un meraviglioso romanzo di formazione giovanile

Come molte opere di fine Ottocento, anche questo romanzo per ragazzi di Kipling uscì inizialmente a puntate sulla rivista statunitense ‘MacClure’s Magazine’ a partire dal 1897. E’ la storia, dal classico canovaccio della formazione giovanile, di Harvey Cheyne: un quindicenne figlio di un magnate che vive nell’agio ma non conosce il valore della fatica e… Leggi tutto

Gustave Flaubert: L’educazione sentimentale, pregi e difetti morali della Francia ottocentesca

Grande esempio di romanzo ottocentesco, scritto tra il 1864 e il 1869, il successo de ‘L’educazione sentimentale’ fu tardivo nonostante le innovazioni narrative e linguistiche di cui era impregnato. A metà strada tra il romanzo sentimentale, nella tipica tradizione della narrativa francese della metà del Diciannovesimo Secolo, e una sorta di compendio dei costumi della… Leggi tutto

Israel Joshua Singer: La famiglia Karnowski, un grande ritratto dell’Europa di inizio Novecento

Questo romanzo – diviso in tre parti, ciascuna delle quali è intitolata con un nome maschile –narra la saga dei Karnowski, una famiglia di ebrei nativi della Polonia, emigrati prima in Germania e poi in America: sullo sfondo le due guerre e i mutamenti socio-politici europei nella prima metà del millenovecento.  Scheda del libro –… Leggi tutto

Joseph Conrad: Il duello, rivalità e onore nell’epoca napoleonica

D’Hubert e Feraud sono due tenenti degli ussari, due uomini pronti a dare la vita per il loro imperatore Napoleone. La loro interminabile disputa avrà inizio per futili ragioni nella Strasburgo di inizio Ottocento, ma andrà avanti nel tempo per l’onore di entrambi. Nei vari scontri riporteranno ferite gravi nel fisico e nell’orgoglio, e il mistero… Leggi tutto

Fedor Dostoevskij: Le notti bianche, un romanzo di sogni e sentimenti

Uscito per la prima volta nel 1848,  è un breve romanzo scritto da un giovane Dostoevskij. È la storia di un uomo romantico, solitario sognatore distaccato dalla realtà, che in una passeggiata notturna nel periodo del solstizio estivo, quando il sole tramonta ben oltre le 22, incontra sulle rive di un fiume una ragazza che… Leggi tutto

Fedor Dostoevskij: Il sosia, storia di una follia progressiva

Come molte altre opere dell’epoca, anche questo romanzo di Dostoevskij uscì inizialmente a puntate su una rivista russa nel 1846. Il tema del doppio, che è alla base di queste pagine, viene affrontato dal grande romanziere riprendendo un argomento già ampiamente trattato in ambito filosofico e religioso, di lì a poco poi anche in chiave psicologica.… Leggi tutto

John Reed: Il Messico insorge, una grande corrispondenza di guerra

Nell’autunno del 1913 il giornalista statunitense John Reed viene inviato dal Metropolitan Magazine in Messico, dove è in corso la Rivoluzione. Come corrispondente di guerra, il giovane Reed è al seguito dell’esercito di Pancho Villa per quattro mesi, testimone oculare di eventi fondamentali come la vittoria nella battaglia di Torreòn, che spiana ai rivoluzionari la… Leggi tutto

Edmondo De Amicis: Sull’oceano, storia di quando gli emigrati eravamo noi

C’è stato un tempo nel quale gli emigranti eravamo noi, gli italiani, senza distinzione di classe e di geografia. Sembra storia antichissima ma non lo è, appartiene a un passato distante poco più di un secolo, a cavallo tra la fine dell’Ottocento e i primi due decenni del Novecento. Italiani che andavano in cerca di… Leggi tutto