Mary Shelley: Frankenstein, l’emblema della letteratura horror

Mary Shelley: Frankenstein, l’emblema della letteratura horror

Quando Mary Shelley scrisse questo celebre romanzo, intorno al 1816, aveva appena 19 anni. ‘Frankenstein’, dopo una seconda stesura datata 1831, è diventato immortale come romanzo gotico e come figura stereotipica dell’immaginario orrorifico, tanto da essere uno dei soggetti più trattati in ambito cinematografico e televisivo. Il dottor Frankenstein che riporta in vita la propria… Leggi tutto

Giovanni Verga: Vita dei campi, storie di amore e passione

Da maestro e principale esponente della corrente letteraria del verismo, Verga firmò alcuni dei capolavori assoluti della letteratura italiana di tutti i tempi. Prima di dedicarsi ai romanzi, però, iniziò a formare lo stile e i temi che lo avrebbero reso un nome immortale della nostra prosa attraverso i racconti contenuti in questo ‘Vita dei campi’.… Leggi tutto

Johann Wolfgang Goethe: I dolori del giovane Werther, l’inizio del romanticismo tedesco

Pubblicato nel 1774, questo romanzo in forma epistolare è una delle opere giovanili di Goethe e viene comunemente definito come l’opera che dà inizio al romanticismo tedesco, oltre che al movimento dello ‘Sturm und Drang’. È composto dalle lettere che il protagonista, Werther, un ventenne di ottima cultura e di agiata famiglia scrive al suo amico… Leggi tutto

Johann Wolfgang Goethe: Le affinità elettive, trame imprevedibili del destino

Quarto romanzo scritto dal grande autore tedesco, contiene tutti gli ingredienti stilistici e narrativi di Goethe: la vita di una coppia sposata va in rovina appena inizia la convivenza con un amico dello sposo e la nipote della sposa. Da questo evento nasceranno due nuove coppie che non riusciranno comunque ad andare incontro alla propria… Leggi tutto

Johann Wolfgang Goethe: Faust, il patto tra l’uomo e il diavolo

Poche opere, nella storia della letteratura mondiale di ogni tempo, hanno assunto l’importanza di questo assoluto capolavoro di Goethe. La storia del Faust, tradizionale figura letteraria europea, il suo patto con il diavolo alla scoperta dei piacere del mondo e delle bellezze di ogni genere, la redenzione finale, portò via all’autore oltre sessant’anni: il risultato… Leggi tutto

Emilio Salgari: La tigre della Malesia, Sandokan e i personaggi più evocativi della letteratura italiana

Kabir Bedi deve gran parte della sua notorietà al fatto di aver vestito sul piccolo schermo i panni di Sandokan. Tutto nasce da questo romanzo di Salgari, forse il suo più famoso, sicuramente quello che presenta i personaggi più evocativi e celebrati nella storia della letteratura d’avventura italiana: oltre a Sandokan, sono qui presentate per… Leggi tutto

Herman Melville: Moby Dick, icona della narrativa moderna

Il capitano Achab che con la sua baleniera e il suo equipaggio va a caccia dell’enorme balena bianca è entrato nell’immaginario collettivo ed è una vera e propria icona della narrativa moderna. ‘Moby Dick’ racconta di questo avventuroso duello, lasciando ampio spazio a riflessioni e osservazioni di carattere scientifico, religioso e filosofico che Melville in… Leggi tutto

Emilio Salgari: Il Corsaro Nero, primo dei cinque romanzi del ciclo dei corsari delle Antille

Il primo dei cinque romanzi del ciclo dei corsari delle Antille, questo romanzo di avventura è uno dei più famosi della prolifica produzione di Salgari anche grazie al grande fascino del suo protagonista: un corsaro di nero vestito, scuro e spettrale, al timone di una nave chiamata Folgore. E‘ anche grazie a lui che i lettori… Leggi tutto

Emilio Salgari: I misteri della giungla nera, l’esordio di Tremal-Naik

Fa qui per la prima volta la sua comparsa un personaggio amatissimo da tutti i lettori del genere avventuroso: Tremal-Naik, un cacciatore di serpenti solitario che si muove insieme al fedele compagno Kammamuri. Come sempre Salgari attinge dalla fantasia più ispirata per modellare una storia che vede nel ruolo di antagonista il diabolico Suyodhana, la presenza… Leggi tutto

Herman Melville: Bartleby lo scrivano, la più pregiata prosa dell’assurdo

Pubblicato inizialmente come opera anonima, in due parti, nel 1853 sulla rivista ‘Putnam’s Magazine’, questo celebre racconto di Melville fu ispirato all’autore dagli scritti e dalla filosofia di Ralph Waldo Emerson. Poco fortunato all’epoca della prima pubblicazione, rappresenta uno dei primi esempi della letteratura esistenzialista e un primo, fortunato, passo all’interno della prosa dell’assurdo. Il Bartleby… Leggi tutto